«Farmadays 2012», tre giorni a Verona tra liberalizzazioni e cambiamenti


Verona. Da un lato rivalutare la funzione di dispensazione del farmaco, dall’altro cogliere le trasformazioni in atto ridando slancio ai singoli reparti dell’offerta. È questo, in sintesi, l’obiettivo di «Farmadays 2012», la manifestazione organizzata dall’Utifar (Unione tecnica italiana farmacisti) che si svolgerà a Verona dal 5 al 7 ottobre. Tre giorni di convegni, dibattiti, riflessioni e sessioni monotematiche sulle «sette anime» della farmacia (cosmesi, fisioterapia, omeopatia, alimentazione particolare, articoli sanitari, prima infanzia, veterinaria) per fare il punto sui cambiamenti imposti dal decreto liberalizzazioni e per rilanciare il settore.

«Farmadays rappresenta un nuovo evento per proporre e studiare insieme un modello nuovo di farmacia, più adeguato ai tempi», evidenzia Eugenio Leopardi, presidente di Utifar, auspicando che di fronte a questa sfida «le farmacie si strutturino meglio per dare più servizi al cittadino in termini di assortimento, formazione e informazione». D’altronde, aggiunge Leopardi, «l’ampio patrimonio di fiducia che i cittadini hanno verso il sistema farmacia va utilizzato non per rivendicare uno statico rispetto dell’istituzione farmacia ma per analizzare il difficile periodo che le farmacie stanno attraversando e per apportare modifiche migliorative».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *