Manifestazione Roma: Successo di numeri o di idee?


La manifestazione del 27 Ottobre a Roma è stata un grande successo, ma come l’hanno presa le Istituzioni? Intanto l’incontro previsto tra le sigle sindacali che hanno partecipato e promosso la manifestazione e il Ministro della Salute Renato Balduzzi, per il 30 Ottobre è slittato per impegni improrogabili del Ministro. Coincidenza? Può darsi. A breve sarà fissata un’altra data, speriamo con un risultato migliore. Intanto continua la diaspora sulle cifre, gli organizzatori parlano di numeri attorno ai ventimila, altri trentamila, ma ci sono diverse fonti che parlano di numeri molto molto più esigui. Sotto accusa anche un video postato dagli organizzatori in cui, secondo taluni, le presenze non sono certo ventimila e nemmeno si avvicinerebbero a quella cifra. Non eravamo presenti, e possiamo dire che il video non è molto chiaro nella descrizione dell’estensione della manifestazione: è più incentrato sul testimoniare spiritualmente il senso della protesta più che sul valutare l’effettivo numero dei partecipanti. La diaspora continua. Ammesso, ma non concesso, che sia importante stabilire il numero dei partecipanti, ricordiamo che il senso della protesta, uno dei moventi fondamentali, è proprio quello di ribadire che nella Sanità non possono contare solo i numeri: la Sanità è un bene comune, non una voce di bilancio su cui poter tenere uno sguardo analitico e freddo. Costantino Troise, Segretatio nazionale di Anaoo Assomed ha giustamente detto durante la manifestazione: “È ora che i numeri non occupino l’intero spazio mentale e materiale, e in scena facciano irruzione i diritti dei cittadini e il valore del lavoro professionale”. Qui di seguito pubblichiamo il link al video che con insert di foto e con colonna sonora ha fatto nascere altri dubbi sui numeri dei partecipanti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *