10 Novembre 2012: una data da ricordare


La data è storica o per lo meno ha i connotati tipici di una data da ricordare per molto tempo: 10 Novembre 2012. Quale grande evento si è svolto in quella fatidica data? Nessuna catastrofe ambientale, nessun cambio di governo ottenuto con la violenza, nessuna battaglia militare. Semplicemente: la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, ergo l’entrata in vigore, del decreto-legge 13 Settembre 2012 n. 158, recante “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”, vulgo: Decreto Balduzzi. Nulla sarà più come prima, nel bene e nel male. Il desiderio, tanto diffuso, di cambiare, di riformare il Sistema Sanitario Nazionale ha, con questo decreto, fatto un passo avanti (o indietro) importante. Il desiderio di cambiamento non sembra esaurito e a confermarlo arrivano le parole della più alta carica dello Stato, Giorgio Napolitano: “Credo che dobbiamo ritenere che (il Ssn, Ndr) sia pienamente compatibile anche con una prospettiva di maggiore selezione e contenimento della spesa pubblica, a patto che, scusate se uso ancora una volta la famigerata parola “ricerca”, ci sia ricerca di soluzioni razionalizzatrici e innovative. Infatti, se dobbiamo guardarci dai giudizi e dagli interventi sommari, dobbiamo anche guardarci da atteggiamenti puramente difensivi, conservativi dell’esistente. Dobbiamo guardare avanti, dobbiamo guardare lontano e dobbiamo sapere utilizzare al meglio le risorse della collettività, le risorse dei cittadini”. Guardare avanti, sempre avanti, anche se qualcuno si domanda se a furia di guardare troppo avanti non si rischia di inciampare su un sasso del presente. Dopo mesi e mesi, passati in mezzo a lotte intestine, fratricide, è arrivato il momento di adeguarsi al nuovo stato delle cose: i primi, sospirati, tanto desiderati (almeno a sentire il Presidente della Repubblica), tagli alla Sanità sono diventati legge. Vedremo dove ci porterà tutta questa carica innovativa fatta prevalentemente con la forbice, e prevalentemente sul ramo sanitario. Qui è possibile scaricarsi il decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, recante “Disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *