Convenzione e remunerazione: Racca illustra gli obiettivi del 2015


raccaL’annuncio d’avvio delle trattative per la nuova Convenzione, reso ufficiale dal presidente del Comitato Sanità, è stato ben accolto dalla filiera del farmaco ed in particolare da Annarosa Racca che a Filodiretto a espresso il proprio parere rispetto molteplici tematiche legate alle trattative, come per l’appunto la nuova remunerazione, sulle quali Federfarma è al lavoro da tempo.

Il primo pensiero è stato rivolto ai lunghi incontri perseverati nel corso dei mesi precedenti, in particolare da Settembre ad Ottobre, grazie ai quali è stato possibile conseguire un risultato atteso e sperato per un 2015 che col proprio avvento ha spalancato nuovi orizzonti alle farmacie. L’avvio di un discorso per la nuova Convenzione, oltretutto, rappresenterebbe al contempo la fisiologica considerazione dell’importanza delle farmacie nel Ssn ed una base duratura per strutturare tutte le riforme e novità necessarie per rimodellare il sistema. Tra i punti da discutere, e per i quali Racca ritiene vi sarà molto su cui lavorare, vi sono argomenti complessi di natura sia economica, come la dpc e le modalità di dispensazione del farmaco, sia di natura terapeutica, come i servizi di monitoraggio dell’aderenza alla terapia e dei consumi, ed infine innovativi, come il dossier farmaceutico e le piattaforme webdpc.

Un quadro complesso ed articolato dal quale trarre, sin da oggi, vari segnali di ripresa che da soli però non bastano a fornire ottimismo e giustificare l’andamento del 2014 con un fallimento scongiurato solo grazie alla netta supremazia dell’area commerciale rispetto al valore delle ricette. Il 2015, ha concluso infine Racca, proseguirà lungo il percorso della dematerializzazione e della digitalizzazione nel quale le farmacie hanno saputo dimostrate il possesso di competenze, spirito di collaborazione e soprattutto risorse, intese nell’ambito sia umano che di competenze, garantendo vantaggi che non possono passare in secondo piano per il Ssn.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *