Rete Farmacie Valcomino: inizia la produzione. Sciroppo e Fermenti Lattici


Easyflu - Valcomino

Rete Farmacie Valcomino, si concretizzano i progetti di produzione di prodotti a marchio proprio. Ne abbiamo parlato con l’ideatore del network che al momento incorpora dodici farmacie al suo interno, il dottor Vincenzo Di Bona.

Dottore ci spiega quali sono i prodotti che avete iniziato a produrre?

«Si tratta di uno sciroppo e di un fermento lattico. Il primo è antissossivo ed espettorante, mentre il secondo è senza glutine ed è per adulti».

Avete già scelto i nomi?

«Sì e sono già presenti, da due giorni, nella banca dati di Federfarma. Lo sciroppo si chiama “Easyflu”, mentre il fermento lattico è “Florday”».

Quando sarà possibile acquistarli?

«Tra venti giorni, penso a metà dicembre, saranno presenti nelle farmacie della rete. E verranno distribuiti a tutti i farmacisti a titolo gratuito».

Dottor Di Bona, ci dica, a due anni dal lancio della rete di farmacie, come sta procedendo il progetto?

«Posso dire che va avanti benissimo e siamo sempre più compatti e decisi a fare il gioco di squadra».

Quali sono i vantaggi che finora ha avuto il network?

«I vantaggi vanno attribuiti ad un maggiore potere contrattuale per tutto ciò che riguarda la filiera del farmaco. Abbiamo ottenuto risultati che il singolo, anche di grande entità, non sarebbe riuscito ad ottenere. Parlo anche di colossi della farmaceutica che, di fronte ad una forma associata di 12 farmacie, si sono seduti e con noi hanno trattato»

E con gli istituti di credito il peso dell’unione ha dato i suoi frutti?

«Senza dubbio alcuno. Siamo intervenuti vagliando le differenti proposte. Prima avevamo accordi con Credifarma, Bnl, Unicredit. Oggi, invece, abbiamo stipulato un contratto con Farbanca, una scelta molto più conveniente e meno dispendiosa per tutte le nostre necessità. Sia per quanto attiene il conto anticipi che per le attività in conto»

Ad oggi quali sono i vostri rapporti (parlando di rete) con Federfarma?

«Normale cordialità. Siamo tutti farmacisti e tutti associati a Federfarma. Non ci poniamo di essere l’alternativa a Federfarma. Ad oggi non abbiamo avuto richieste esplicite di chiarimenti. Continuiamo per la nostra strada».

Il volume di affari è cresciuto?

«In termini percentuali l’aumento del primo anno ha avuto una forbice tra l’1.6 e il 2. Nel secondo anno siamo attorno al 4 per cento di aumento».


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *