Avastin-Lucentis, Tar Lazio respinge ricorso Novartis


E’ legittimo il provvedimento con cui l’Aifa, nel 2014, ha inserito Avastin nell’elenco dei farmaci rimborsati dal Ssn per la cura della degenerazione maculare correlata all’età. Lo ha sancito la sentenza con cui il Tar del Lazio ha respinto nei giorni scorsi il ricorso di Novartis, produttrice del farmaco Lucentis (registrato per lo stesso trattamento). A comunicare la decisione dei giudici Sergio Venturi, assessore regionale alle Politiche per la salute dell’Emilia Romagna, che ha espresso soddisfazione per l’esito della causa. «Ancora una volta» recita una nota della Regione «sono confermate la sicurezza e l’efficacia del bevacizumab nella cura della degenerazione maculare correlata». E’ dal 2009, prima in Italia, che l’Emilia-Romagna ha avviato una battaglia per utilizzare il principio attivo, dal prezzo venti volte inferiore a quello di altri medicinali destinati alla stessa patologia.

Secondo Venturi, in particolare, il Tar del Lazio avrebbe confermato «la solidità del percorso disegnato dall’Aifa nel 2014». Dal 2009, in Emilia Romagna sono stati trattati con Avastin oltre seimila pazienti, con una spesa di circa 450 mila euro: fossero stati curati con Lucentis, i costi per il Servizio sanitario regionale avrebbero raggiunto i 12 milioni di euro circa.

fonte: FEDERFARMA


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *