Il principio attivo – Farmaceutica in musica, e la canzone diventa una hit. La storia del dottor Fabio Greca farmacista-musicista


Dottor Greca, quale passione è nata prima, quella per la farmacia o quella per la musica?

Avevo 7 anni quando nel 1983 partecipai alle selezioni dello Zecchino d’Oro quindi direi che mi sono avvicinato prima alla musica… e sebbene abbia respirato “aria di farmacia” in famiglia sin dalla nascita, direi che l’interesse, la consapevolezza e l’amore che mi hanno portato a decidere liberamente, senza induzioni o forzature, di approfittare dell’opportunità che i miei genitori mi hanno dato e donato, l’ho maturata solo dopo il liceo. Venendo da studi classici, durante gli anni del liceo, mi incuriosì molto il mondo del giornalismo ma poi pian piano, un po’ per curiosità un po’ per interesse, mi sono sempre più appassionato al mondo della farmacia, una professione a tutto tondo che mescola sia il lato imprenditoriale che quello più strettamente tecnico-scientifico che prende forma poi nei consigli, nelle preparazioni e nella dispensazione di rimedi e “principi attivi” al banco e non solo..se consideriamo anche il lato più strettamente umano fatto di suggerimenti fini solo a se stessi senza dover per forza “chiudere una vendita” !

Ci spiega il titolo “Il Principio attivo”?

La canzone “Il principio attivo” nasce per mano dell’autore il Maestro Andrea Arcella -tastierista de Il Giardino dei Semplici (gruppo anni ’70 – tutt’ora in attività) – che conobbi 16 anni fa quando, attraverso un’amicizia in comune, lo incontrai con alcuni amici con i quali all’epoca suonavamo, per preparare un brano da presentare ad un concorso canoro. Quell’incontro sarebbe dovuto nascere e morire lì una volta terminata la realizzazione del brano e invece nacque una collaborazione musicale che ci ha tenuti insieme per 4 anni. Dopo che il mio gruppo si sciolse, il rapporto di amicizia con Andrea Arcella è rimasto saldo e costante nel tempo fino a che, l’autunno scorso, decidemmo insieme di riprovare “per gioco” a registrare giusto un paio di canzoni e, tra le varie che mi sottopose, ne aveva scritta una dal titolo “Il principio attivo”. Fortemente incuriositomi per il titolo inaspettato gli chiesi come mai l’avesse pensata e scritta…la sua risposta è stata, sorridendo: “ho avuto l’ispirazione dopo aver comprato in farmacia un farmaco o.t.c.”! Incuriositomi, ho deciso di leggere il testo e di ascoltare la linea melodica. Mi sono sentito così “coinvolto” nel titolo e nel testo che in un nanosecondo ho accettato di interpretarla. Da lì, successivamente, ho immaginato come potesse essere il relativo videoclip (poiché mi era stato suggerito di realizzarlo) per cui ho avuto l’intuizione di reinventarmi, in un videofavola -tra fantasia e realtà- nella scoperta di un “principio attivo” che inducesse l’innamoramento…un “principio attivo” che alla fine altro non è che….musica!

Sa che c’è un comico romano che con tutti i nomi dei farmaci ha girato un video di quasi tre minuti? Cosa ne pensa?

Sì, Andrea Rivera! Quel video l’ho visto più volte anch’io…mi è piaciuto tantissimo! E’ stato davvero originale e simpaticissimo nel riuscire a trovare il giusto senso comico abbinando “ad hoc” il nome commerciale alle battute! Bravissimo davvero!

 

Tornando al mondo della farmacia, pensa che in questo particolare momento storico, per la filiera, la tutela di FOFI e FEDERFARMA sia sufficiente a mantenere integra la professionalità del farmacista?

Sono del parere che la tutela di enti come Fofi e Federfarma possa essere necessaria affinché la categoria abbia direttive e intenti comuni da seguire e rispettare per crescere rimanendo coesi. Non a caso un detto antico recita “l’unione fa la forza”! In quanto alla solidità della professionalità del farmacista ritengo che, prima ancora che dagli enti che rappresentano la categoria, il mantener integra la nostra professionalità è qualcosa che nasce e alberga nelle coscienze di ogni singolo farmacista professionista.

Tra le due cose, liberalizzazione farmaci di fascia C e capitale in farmacia, quale pensa sia il male minore?

Il male minore o il bene maggiore che sia, non possiamo stabilirlo adesso poiché il legislatore ad oggi, di fatto, ancora non si è espresso in modo ufficiale. Appena lo farà in via definitiva avremo tutti maggior chiarezza e qualche risposta.

 

In ultimo, le auguriamo un buon lavoro e un forte in bocca al lupo per quella che diventerà sicuramente una HIT

 

Non so se diventerà una hit o meno…. me lo auguro….sarebbe fantastico… ma, a prescindere da questo mio “momento musicale”, sono e resterò sempre farmacista e mi prenderò cura della farmacia, insieme alla preziosissima collaborazione di mio fratello, farmacista anche lui, senza il quale, sicuramente, non avrei mai potuto fare nulla di tutto questo!

In ogni caso, vada come vada…il mio sogno musicale l’ho già realizzato e sono strafelice di averlo coronato per diversi motivi come:

– L’aver collaborato nella realizzazione del disco con Andrea Arcella e averlo registrato e mixato interamente presso il Gidiesse Studio di Napoli de

Il Giardino dei Semplici

– L’essere riuscito a stampare il disco fisico, un EP di 6 canzoni dal titolo “Il Principio…” che è disponibile, per chi volesse, presso gli Euronics del gruppo Tufano della Campania (con parte del ricavato che ho deciso di destinare a un progetto benefico in Brasile)

– Perché è presente sui maggiori Digital Stores come iTunes ed altri…

– Per aver realizzato 3 videoclip online su YouTube

– E perché la canzone “Il principio attivo” è partita da un paio di settimane in questo inaspettato Radio-Tour, grazie ad un ufficio promozionale che, interessatosi al lavoro, lo sta curando organizzando interviste con il lancio del singolo su molte radio regionali della nostra penisola. Grazie, crepi il lupo e buon lavoro a tutti!

 

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *